La PATTUGLIA NAZIONALE GUIDE a GENOVA

426239570_132885_14116485816536045135

Sabato 26 e domenica 27 novembre 2016 abbiamo avuto il piacere di ospitare nelle nostre sedi di Santa Zita la Pattuglia Nazionale branca Guide, con incaricate di Distretto e cape brevettate provenienti da tutta Italia.

425722700_237543_5602172779367484887Sabato pomeriggio, dopo le loro attività, l’incaricata nazionale Manuela Evangelisti ha svolto con il nostro riparto un’ attività manuale: ogni Sq. ha realizzato una corona dell’Avvento, formata dalle mani delle ragazze sagomate sul pannolenci verde. Manuela ci ha poi spiegato l’origine e il significato di questo simbolo e delle sue quattro candele, invitandoci a riflettere sull’importanza del periodo d’Avvento che stiamo per iniziare.

Alle 18.30 abbiamo poi partecipato, insieme al Fuoco, alla Messa a Santa Zita animata dalla pattuglia stessa: una messa allegra, piena di canti e di gioia, in cui l’assistente spirituale nazionale ha espresso alle nostre ragazze l’importanza di affrontare la vita con entusiasmo e di essere testimoni attive di fede.

426308466_203367_2421841122361293191Una volta tornate in sede, c’è stato un bel momento di condivisione di bans e canti tra il riparto e tutti i membri della pattuglia: una mezz’ora di danze e urla sfrenate, in cui abbiamo imparato nuovi bans da proporre, il tutto accompagnato da molte risate. Alle 8, dopo aver apparecchiato tutte insieme, è iniziata la cena, con le buonissime trofie al pesto cucinate dalle scolte. Al banchetto ha partecipato il Fuoco e l’ Alta Sq, ed è poi continuato con i (molti) secondi portati dalle capo da tutte le regioni di Italia, un altro bel modo per conoscersi ed apprezzare le differenze della nostra penisola.

L’incontro per la pattuglia è poi continuato anche la domenica, e l’incaricata ha ringraziato più volte il gruppo per l’accoglienza e la bella sede che abbiamo messo a loro disposizione, rallegrandosi di aver conosciuto una bella realtà scout che non pensava così viva e partecipe.

Che dire, una bellissima esperienza che è piaciuta molto alle guide e che speriamo di poter ripetere un giorno!

Giulia Giordani, C.R.

426301698_203488_8537355523576160407425714584_237923_1999016089800010367

Gli album dei Campi Estivi 2016

Per riviere i momenti più belli della scorsa estate, sfoglia i nostri album!

Buon volo, buona caccia, buona strada!

La pattuglia del Blog

Stile…

poster-stile-manualita

Affibbiarsi la cintura scout vuol dire accettare liberamente una disciplina. Significa essere pronti a partire.
Mettere il proprio fazzolettone scout al collo vuol dire legarsi ai membri del gruppo di cui si portano i colori.
Il collo aperto della camicia scout, vuol dire accogliere le esigenze della vita all’aria aperta.
Caricare il proprio zaino sulle spalle, vuol dire farsi carico della responsabilità,
significa gettare la fortuna dietro di sè, prendere la Croce, mantenendo le mani libere.
E rimboccarsi le maniche della camicia vuol dire essere pronti a servire.

Pierre Geraod-Keraod (fondatore della FSE)

Siamo vicini ai nostri sacerdoti

Poche parole per esprimere vicinanza verso i sacerdoti che, poco o tanto, hanno fatto strada con noi in questi anni. Ricordiamo in particolare P. Modesto Paris e don Franco Pedemonte. Il primo, agostiniano scalzo fondatore del movimento Ranger, negli ultimi anni ha sempre celebrato Messa al Righi: quando il gruppo del Sacro Cuore si trasferì al Righi ci accolse con affetto. Ora sta vivendo una difficile malattia dando una grande testimonianza di fede, come riporta quest’articolo del Secolo XIX che vi suggeriamo di leggere.

P. Modesto accoglie gli Scout d’Europa al Righi – Ottobre 2014

photo167724434779646490

Per don Franco è invece doveroso un “grazie” per quanto fatto per il gruppo Genova 3 di Santa Zita in 20 anni: se il gruppo esiste è anche per volontà sua ed ora che il Cardinale ha accolto la sua domanda di pensionamento non si può che ricordare con gratitudine tanti momenti di strada vissuta insieme…

Don Franco, Assistente-cofondatore del Gruppo FSE Genova 3 “Giovanni Paolo II”

A don Massimiliano Moretti, nuovo parroco di Santa Zita, a don Marek Majeskski assistente di Clan, a P. Carlo Moro parroco ed ente promotore del Genova 1, a don Marco Galli e a tutti quei sacerdoti che stanno facendo ora un po’ di strada con noi l’augurio che questa Strada possa davvero essere Buona… anche quando soffia la tempesta, anche quando qualcuno cade, anche quando si fa sera … se starete a nostro fianco e noi al vostro, se ci assisteremo a vicenda e ascolteremo noi con voi la Sua voce,  le ginocchia vacilleranno di meno e gli scarponi saranno più attrezzati sulla pista della fede, il sentiero della scoperta, la strada della vita.

Buona strada ai nostri Assistenti!

Al termine dei campi estivi…

Con oggi (chiusura del Campo del Riparto S. Giorgio) si sono conclusi tutti i campi estivi delle unità dei gruppi FSE di Genova.  In attesa di assaporare (o riassaporare per chi li ha vissuti in prima persona) i momenti più belli con gli album fotografici, una piccola vignetta🙂

Buona caccia a tutti voi che, guardandola, sorriderete!

P.A. & la staff del blog

cucina scout moderna

Cartolina dal Clan in Polonia per la GMG

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questi scatti del Clan La Lanterna giunto in Polonia per la Giornata Mondiale della Gioventù… Buona Strada!

clan polonia 2016-2

clan polonia 2016

Centenario dello Scautismo cattolico: la documentazione

Come promesso nel post dello scorso 29 maggio (QUI), abbiamo raccolto la documentazione relativa a questo importante evento che ci ha visti protagonisti insieme ai fratelli dell’AGESCI, della nuova ASCI, del MASCI, ai Capi storici dell’AGI e dell’ASCI e agli amici del Centro Studi “Mario Mazza” di Genova.

Vi proponiamo il servizio proposto dal TGR Liguria, l’articolo pubblicato dal Secolo XIX e l’album con le nostre foto. Buona visione!

Andrea Macco – Procione Attento

Il Secolo XIX – Lunedì 30 maggio 2016

La promessa dei mille scout:
«Nuovo inizio dopo un secolo»

Centenario dello Scautismo Cattolico – 29 maggio 2016